27.11.2014

Scritto da

L’importanza degli annunci immobiliari

L’importanza degli annunci immobiliari

Buongiorno a tutti

Oggi abbiamo voglia di condividere con voi alcune riflessioni sull’importanza di compilare bene e in modo professionale l’annuncio immobiliare, corredandolo delle relative foto. Avete faticato ad acquisire? Avete faticato a farvi affidare il mandato di vendita? È ora di farlo fruttare.

Spesso diamo per scontato che l’agente immobiliare, essendo una figura commerciale da una parte e consulenziale dall’altra, sappia essere persuasivo e comunicativo, mentre accade ancora oggi di imbattersi in annunci incompleti, con errori ortografici, con foto sfuocate o inadeguate: annunci che poco invogliano gli utenti ad approfondire o contattare l’agenzia.

Quando navighiamo sui portali turistici, l’annuncio presente su tali mezzi serve a vendere direttamente la stanza di quel preciso albergo o ad affittare direttamente quell’appartamento per il periodo estivo.

A differenza di questa tipologia di annuncio, l’annuncio immobiliare deve servire ad ottenere un contatto da parte di un ipotetico acquirente o affittuario, dovrebbe quindi incuriosire tale utente, attirarne l’attenzione, spingere il vostro cliente a chiamarvi per andare più a fondo, per avere più informazioni, per venire con voi a visitare l’immobile.

Innanzitutto scriviamo bene l’incipit, il titolo, potremmo anche dire.
Esempio
“Torino, appartamento 100 mq in zona centro” (che novità, eh?! )
“Nel cuore di Torino, appartamento di 100 mq con splendida vista sul Monviso”.

Susciterà almeno interesse, emozionerà il lettore e lo coinvolgerà nel leggere il resto dell’annuncio.
Occorre poi proseguire con una scrittura persuasiva, affinché il visitatore possa decidersi a telefonare.
Come tutti noi, il lettore è sempre di fretta, legge velocemente e poche righe, quindi siate sintetici ma comunicate i particolari veramente interessanti: c’è disponibilità di parcheggio o il garage? Ci sono infrastrutture comode nelle vicinanze come centri commerciali, mezzi pubblici, ospedali, scuole, zone verdi? Questi sono elementi interessanti per la maggior parte delle famiglie. Se ne vale la pena possiamo illustrare il design dell’esterno e degli interni, e la qualità dei materiali usati per pavimenti, infissi etc..

Continuiamo con l’ esempio :
“Torino, appartamento 100 mq in zona centro posto al piano terzo, composto da : cucina, salone, 2 camere, 2 bagni e terrazzino” (aiutoooo! )
“Nel cuore di Torino, appartamento di 100 mq con splendida vista sul Monviso in una piccola e tranquilla palazzina nelle immediate vicinanze del centro, appartamento composto da salone, cucina, due camere luminose, due ampi bagni, un comodo terrazzo dove poter soggiornare. Parco giochi condominiale con ampio prato verde.”

Ci raccomandiamo sugli errori/“orrori” di ortografia: è bene rileggere con attenzione il testo prima di pubblicarlo.
Passiamo alle immagini, il web è immagine!

Regola prima e unica, pubblicare foto dell’immobile che siano veritiere, senza trascurarne la qualità né in termini di luce né di messa a fuoco. Evitate di fare foto nelle giornate uggiose, evitate di fare foto se l’immobile non è stato riordinato adeguatamente, evitate di non fotografare il bagno perché è cieco, tanto sarà la prima cosa che vi chiedono al telefono.

Purtroppo non è facile avere delle case fotogeniche, lo sappiamo, ma è importante che le foto siano fatte in modo tale da evidenziare gli aspetti positivi dell’immobile.

Vi suggeriamo infine la pubblicazione della Planimetria, certamente non come prima foto, ma all’interno della galleria: questo permetterà all’utente di capire la struttura della casa, di apprezzarne la disposizione delle stanze e magari di fantasticare modifiche o nuove disposizioni.

Esprimi la tua opione e lascia un tuo commento ! :)

  1. Grande, Roberta Pecoraro…
    non se ne può più di vedere bagni con la collezione di spazzolini della famiglia, creme, cremine, saponi, saponette varie più tutto il corredo della famiglia nei bagni o camere da letto con i letto, non rifatti, ma ricoperti… e potrei scriverci un libro con tutti gli orrori che si vedono on-line…
    Ma devo ammettere che non è sempre facile… ed hai ragione anche quando parli degli annunci… dovremmo essere sintetici e persuasivi, ma è più semplice srivere: “ampio bilocale di 50 mq molto luminoso al piano terra”….
    :-)

    • Buongiorno a te Roberto.. grazie!
      questo è proprio l’ABC del marketing, poi viene tutto il resto (e potrei riempire pagine e pagine!!). Una volta acquisito, se voglio vendere e fare fatturato devo ritrarre e descrivere il mio immobile in modo adeguato: questo vale per qualsiasi prodotto.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>