03.06.2016

Scritto da

Non farti scappare il cliente!

Non farti scappare il cliente!

Vediamo oggi con Agim come è possibile gestire al meglio il processo di inserimento del cliente acquirente e la gestione dell’attività svolta con esso. Facciamo un esempio pratico: il Sig. Benedetti entra in agenzia e vi chiede se avete un bilocale a Roma in zona Eur e che può spendere fino a di 200.000 Euro.

Bene, aprite l’elenco immobili, fate una ricerca e trovate alcuni immobili che potrebbero interessare al cliente, li descrivete attraverso la funzione del “Visualizza” e il cliente vi dice che il secondo è molto carino e vorrebbe venire a vederlo.

Perfetto, cosa fate quindi? Suddiviamolo in step:

  1. Cliccate sulla voce “Fissa appuntamento” in corrispondenza dell’immobile di interesse del cliente.
  2. Così facendo si aprirà l’agenda con l’immobile già selezionato, concordate insieme giorno, ora e luogo. (Ricordatevi di mettere sempre un orario di inizio e di fine, presupponendo un minimo di durata di 30/60 minuti).
  3. Inserite il cliente “al Volo” quindi cliccate sull’iconcina a fianco della casella cliente da dentro l’evento che state inserendo, così che compaia una maschera veloce dove metterete nome e cognome del cliente, un telefono, un email (almeno questi dati cercate di inserirli) e se necessario inserirete altre informazioni.
  4. Salvate il cliente e salvate l’evento in agenda.

Così facendo avete salvato l’evento collegandolo sia al cliente che all’immobile ed attraverso lo strumento dell’attività potete in ogni momento vedere cosa è stato fatto, lo step successivo è scrivere l’impressione del cliente, quindi andate all’appuntamento e quando tornate, aprite l’evento inserito in precedenza. Ipotizziamo che il cliente sia interessato, ma vuole ragionarci con calma e vi dice di risentirvi tra qualche giorno. Inserite l’esito di questo evento nello spazio sotto l’immobile, cambiate lo stato dell’evento da aperto a chiuso (lo avete fatto!) ed inserite un’attività di richiamo a qualche giorno di distanza mettendo come orario le 13 perchè il cliente vi ha detto di chiamarlo solo in orari pasti.

In questo modo tutto è memorizzato sul gestionale, ci penserà lui a ricordarvi quel giorno, quando aprirete la mattina l’agenda, di richiamare quel cliente, quando lo farete andrete sull’evento scriverete l’esito della telefonata, lo chiuderete ed ad esempio fisserete una seconda visita, perchè il cliente al telefono vi avrà detto che gli piace veramente molto e vorrebbe concludere (lo speriamo tutti…!)

Questo concetto di recall è fondamentale e gestendolo in questo modo non perderete MAI nessuna informazione.

Perché chiudere gli eventi in agenda?

E’ fondamentale chiudere gli eventi, perché il sistema che determina le scadenze delle richieste e delle notizie si basa proprio sul fatto di chiudere gli eventi, facciamo un esempio pratico.

Inserite la richiesta di Rossi oggi 3 Giugno con una scadenza massima a 30 giorni, quindi il 3 Luglio. Cosa vuol dire scadenza massima? Vuol dire un tempo LIMITE MASSIMO entro il quale dovete fare qualcosa con quel cliente, alla scadenza non viene eliminata la richiesta, semplicemente cambia colore da bianco a viola per evidenziare che non avete fatto attività.

Se fissate un appuntamento con questa persona il 10 Giugno e andate a fare una visita e vi fissate di richiamare il cliente il 17 Giugno, dovrà essere quella la nuova scadenza, ma se non segnate come CHIUSO il primo evento, quando sarà l’11 Giugno il sistema vi dirà che quella richiesta è scaduta il 10 Giugno.”Ma come?? direte”

Questo accade semplicemente perché non avete segnato come CHIUSO l’evento e quando un evento è passato (nel tempo) come nel nostro esempio il sistema è come se vi dicesse “Ti sei scordato di fare questa cosa ieri? Perché? C’è un motivo?” In questo modo avete la sicurezza di non perdere mai nessuna informazione.

Come chiudo velocemente gli eventi della giornata?

Semplicissimo, a fine giornata ogni agente si preoccuperà di aprire l’agenda in modalità elenco, selezionare gli eventi che sicuramente avrà fatto (si presuppone che a meno di annullamenti da parte dei clienti o motivi personali se ci sono degli appuntamenti segnati questi vengano fatti) e cliccare sul pulsante “Se selezionati” -> “Segna come fatti”. Questa operazione da 10 secondi fatta a cadenza giornaliera da OGNI persona che usa l’agenda o dal coordinatore generale vi permetterà di avere sempre scadenze precise e soprattutto non dimenticarsi di fare un qualcosa di importante.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>